domenica 11 gennaio 2015

CHI E', COSA FA E QUALI REQUISITI DEVE AVERE UN AGENTE IMMOBILIARE


L’agente immobiliare rientra nella categoria degli agenti di affari in mediazione, dev'essere regolarmente iscritto presso la Camera di Commercio di competenza, la quale gli attribuisce un numero REA.
Il suo compito è quello di mettere in contatto chi vuole vendere o affittare un immobile con chi vuole comprarlo o affittarlo.
Questo professionista si occupa di reperire immobili da vendere o locare per poi poterli proporre ai potenziali acquirenti. Lavora molto “sul campo”, contattando i proprietari degli alloggi e proponendo loro una valutazione immobiliare ed eventualmente farsi dare un incarico di vendita.
Per questo deve essere in grado di effettuare una corretta valutazione economica, la quale deve rispecchiare il momento di mercato e, può variare, oltre che per la metratura, anche per la zona in cui è posizionato l'immobile e per tante altre variabili di cui bisogna tener conto, tra le quali sicuramente le caratteristiche intrinseche ed estrinseche.
L’agente non è soltanto un acquisitore o un venditore, è un professionista con ampie conoscenze di tipo tecnico e giuridico.
Dopo aver ottenuto l’acquisizione dell’immobile - incarico di vendita - da parte del proprietario, l’agente immobiliare procede alla visura ipocatastale per verificare la presenza di eventuali ipoteche sulla casa.
Di conseguenza si occupa di far incontrare domanda e offerta: propone l’appartamento in vendita e, fra i clienti dell’agenzia che cercano casa, individua quelli che hanno espresso la richiesta di condizioni che più si avvicina a quelle dell’appartamento appena acquisito, per poter soddisfare la loro esigenza e vendere l’immobile. Una volta identificato il potenziale acquirente, gli fa visitare la casa, verifica se c’è un reale interesse all’acquisto, si occupa di avviare la trattativa cercando di conciliare la richiesta del proprietario e/o venditore con l’offerta dell’acquirente.
Questa trafila viene spesso ripetuta: è difficile che chi cerca casa trovi subito quello che vuole al prezzo stabilito. L’agente immobiliare deve, quindi, cercare di fare da mediatore e mostrare agli acquirenti gli immobili che più si avvicinano ai loro gusti e alle loro esigenze, cercandoli tra quelli che la sua agenzia ha in vendita.
Deve, inoltre, curare nei dettagli la trattativa tra le parti, la stipula del contratto preliminare e, infine, l’atto di vendita vero e proprio davanti al notaio.
Le sue prestazioni di solito sono retribuite attraverso provvigioni sul prezzo di vendita dell’immobile.
Inoltre, all’agente immobiliare possono essere affidati incarichi di perizie e consulenza tecnica in materia immobiliare da parte di enti pubblici.
L'attività dell'agente d'Affari in Mediazione (volgarmente definito "mediatore") è regolata: 
- dalla legge n° 39 del 1989 (concernente la disciplina della professione);
dal regolamento di attuazione della suddetta legge (DM n° 452 del 1990);

- dalla   legge n° 57 del 2001 (che ha introdotto precise disposizioni in merito   ai requisiti professionali e all'obbligo assicurativo per coloro che   svolgono l'attività di mediatori.) Codice civile, artt. 1385-1386-2950 e dall'art. 1754 al 1765.

FORMAZIONE ED ISCRIZIONE AL REGISTRO


Per esercitare la professione di agente (o mediatore) immobiliare è necessario possedere i seguenti requisiti:
la maggiore età.
  1. la cittadinanza italiana o della Comunità europea, ovvero cittadino   extracomunitario residente in Italia e in possesso del permesso di   soggiorno;
  2. avere godimento dei diritti civili;
  3. non essere interdetto o inabilitato o fallito (salvo riabilitazione);
  4. non essere stato condannato per reati di cui all'art. 2 L. 39/89.6. non essere stato sottoposto a provvedimenti antimafia;
  5. aver conseguito un diploma di scuola secondaria di secondo grado;
  6. aver frequentato un corso di formazione professionale avente gli obiettivi di fornire la preparazione necessaria per il superamento dell'esame per l'iscrizione al ruolo e l'acquisizione di competenze e   abilità professionali per esercitare l'attività di intermediazione immobiliare. 
  7. La durata del corso è di circa 200 ore e i contenuti sono: disciplina e deontologia professionale, nozioni di diritto civile e tributario, la conservatoria dei registri immobiliari, estimo e catasto, licenze e autorizzazioni amministrative in materia   edilizia, legislazione urbanistica, contratti immobiliari, il  condominio, le locazioni, le forme di finanziamento;
  8. aver   superato l'esame di idoneità, presso la Camera di Commercio della  Provincia di residenza o nella quale si ha il domicilio professionale, diretto ad accertare attitudine e capacità professionale in relazione al ramo di mediazione prescelto. 
  9. Per sostenere l'esame di abilitazione è necessario compilare un'apposita domanda da inoltrare alla Camera di Commercio. 
  10. Per la sezione relativa agli Agenti Immobiliari l'esame consiste in una prova scritta ed un colloquio orale; la prova scritta verte su nozioni  di legislazione relativa alla disciplina professionale, su nozioni di diritto civile e tributario, su nozioni concernenti l'estimo, la trascrizione, i registri immobiliari, il catasto, le concessioni in materia edilizia, il credito fondiario ed edilizio, i finanziamenti e le agevolazioni finanziarie relative agli immobili.
  11.  La prova orale accerta invece le conoscenze relative al mercato immobiliare urbano ed agrario, e relativi prezzi ed usi.
  12. Iscriversi al REA sezione degli agenti d'affari in mediazione presso la Camera di Commercio della Provincia in cui si è sostenuto l'esame, nella sezione del ramo di attività che si  intende esercitare, presentando domanda in regola con l'imposta di bollo  e allegando: certificato di residenza, di cittadinanza e di superamento  dell'apposito esame. 
  13. L'iscrizione è necessaria anche per l'esercizio saltuario o occasionale dell'attvità di mediazione, ed abilita all'esercizio dell'attività di mediazione su tutto il territorio della Repubblica, nonchè a svolgere ogni attività complementare o necessaria alla conclusione dell'affare. 
  14. L'esercizio dell'attività   di mediazione è incompatibile con l'esercizio di altre attività  imprenditoriali e professionali, esclusa la mediazione comunque esercitata.
    Per l'esercizio dell'attività l'agente deve essere in possesso di idonea garanzia assicurativa a copertura dei rischi  professionali ed a tutela dei clienti, ai sensi della L.57/2001

 Pinerolo 11.01.2015
Ore 15.43

Sabino Grimaldi

Nessun commento:

Posta un commento